Appgrade your team, giornata di formazione intensa per la nostra squadra

mm

Il racconto di una giornata di formazione non convenzionale sui Colli Euganei tra marshmallow challenge, team building, condivisione e divertimento.

Gli X-Men per fare formazione usavano la mitica stanza del pericolo, noi di Eggon invece abbiamo scelto una location un po’ meno estrema ma altrettanto efficace. Siamo convinti infatti che un grande team vada costruito un pezzo per volta e non nasca per caso, ecco perché abbiamo deciso di investire tempo e risorse per migliorare le dinamiche di gruppo interne ed esterne della nostra squadra.

Eggon Assemble

Sabato scorso ci siamo dati appuntamento alle 8.30 a Torreglia in un’incantevole villa privata immersa nel verde dei Colli Euganei provvista di una splendida piscina. Da segnalare che i vostri supereroi preferiti si sono presentati al rendez vous con i mezzi più disparati: macchine, vespe, scooter, moto e perfino biciclette, alla faccia del caldo e delle pendenze dei colli che neanche la Coppa Cobram

Dopo un’abbondante colazione ricca di caffeina e calorie ci siamo messi al lavoro. Marco Dussin e Ivano Masiero, due esperti nella formazione reclutati ad hoc per l’evento, hanno guidato e coordinato il nostro team in una serie di attività che ci hanno permesso di capire non solo quali sono le dinamiche di una squadra, ma anche i problemi da superare per crescere.

Le attività formative.

Le attività svolte sono state divise in tre macro esercizi, ognuno dei quali è servito a sottolineare un aspetto sempre diverso, ma allo tempo stesso fondamentale, di ciò che accade all’interno di un gruppo di lavoro.

Siamo partiti utilizzando 6 pezzi di Lego per creare prima singolarmente e poi in squadra delle semplici papere, per dimostrare come una corretta comunicazione all’interno di un team faccia la differenza.

Poi siamo passati al marshmallow challenge, ovvero alla costruzione di una torre composta da spaghetti, spago e scotch, che avesse come puntale un bel marshmallow. Detta così sembra una cosa facilissima, ma vi assicuriamo che non lo è affatto.

Cosa abbiamo imparato? Che quando viene affidato un compito ad un team bisogna cominciare prima dal risolvere il problema più ostico e poi passare alle cose semplici, per non rischiare che alla fine tutto il lavoro fatto ci crolli addosso.

L’ultima lezione che ci hanno voluto lasciare Ivano e Marco è stata quella di capire l’importanza che ha ogni singolo membro all’interno di una squadra. Ognuno può dare il suo contributo per raggiungere uno scopo ma, allo stesso tempo, deve sempre esistere una persona che si prenda la responsabilità di avere l’ultima parola per chiudere un progetto, permettendo così al lavoro di giungere a compimento.

Un grande applauso ai due esperti ha sancito il termine della parte di formazione, dopo di che ci siamo alzati con la mente piena di nuovi spunti su cui riflettere e la pancia vuota da dover riempire con tonnellate di cibo.

Non di sola formazione vive l’uomo…

Il pranzo ci ha permesso di recuperare le energie necessarie per dedicarci nel pomeriggio ad attività intellettualmente meno impegnative, ovvero tuffi acrobatici in piscina, beach volley, racchettoni e balli proibiti (nel senso che era meglio non farli visti lo scarso talento di gruppo).

Un po’ di ore di svago che hanno allietato la nostra squadra prima di arrivare ad un altro momento di team building. A metà pomeriggio infatti ci siamo ritagliati un’oretta per fare il punto insieme sulla giornata appena trascorsa, condividendo idee ed opinioni sul nostro gruppo e sul nostro lavoro.

Un confronto molto utile ed intenso che ha sottolineato un nuovo punto di partenza per una squadra che adesso è più unita che mai.

Ma quando non è più tempo di parlare soltanto di lavoro ecco che arriva il momento di godersi la compagnia di un amico con una birra in mano, una risata e del buon cibo. E così la nostra giornata si è conclusa con la grigliata migliore del mondo ad opera del BBQ Master Gianpaolo Ferrarin.

Una giornata che sicuramente tutti noi ricorderemo a lungo e che, tra le tante lezioni, ce ne ha insegnata una in particolare, ovvero quanto siamo fortunati a far parte di un gruppo unico nel suo genere come quello della Eggon Family. Grazie a tutti per essere insieme a noi.

Eventi
Eventi
Wow!
Wow!