Ethereum raggiungerà i livelli di Visa in un paio d’anni

mm

Ethereum raggiungerà i livelli di Visa in un paio d’anni? A dichiararlo è Vitalik Buterin, il geniale creatore di Ethereum, durante la conferenza annuale di TechCrunch.

Vitalik Buterin, il geniale creatore di Ethereum, sembra non avere dubbi: secondo lui nel giro di un paio d’anni la sua criptovaluta riuscirà a raggiungere i livelli di diffusione e di importanza di Visa.

La sfida lanciata dal giovane scrittore e programmatore russo (Buterin è nato nel 1994) è quella di diventare un player di primo piano come i colossi del credito e, perché no, anche un punto di riferimento per il mondo delle scommesse.

Buterin è intervenuto alla conferenza annuale di TechCrunch, uno degli appuntamenti più attesi del mondo tech, e le sue dichiarazioni sono destinate a far discutere.

Secondo Buterin il mondo si divide in due: c’è chi ha sentito parlare di Bitcoin e chi no. Partendo da questo concetto Buterin ha detto di aver voluto aggiungere alla sua blockchain una serie di funzioni in modo da incuriosire più persone possibile. 

Ethereum nelle intenzioni del suo creatore deve essere infatti uno strumento a disposizione di tutti, un sistema per decentralizzare qualsiasi catena di valore in modo da destrutturare i centri di poteri rendendoli liquidi, condivisi e sicuri.

Tutto questo per evitare il più possibile concentrazioni di potere e, soprattutto, per far sì che diventi di fatto impossibile per chiunque controllare un’informazione, che sia un dato, una valuta o un qualsiasi tipo di contenuto.

Ethereum, a che punto siamo?

Al momento però Ethereum non è ancora in grado di essere applicato in maniera mainstream. Il motivo è molto semplice: la blockchain alla base dell’intero sistema è ancora troppo lenta. Bitcoin è in grado di processare 3 transazioni al secondo, Ethereum arriva a 5 transazioni al secondo ma è ancora troppo poco.

Per il futuro però Buterin è molto ottimista tanto da essere convinto che nel giro di un paio d’anni Ethereum sarà riuscito a raggiungere il livello di un player mondiale come Visa.

Certo, Buterin non è affatto uno sprovveduto e si rende perfettamente conto che non tutto girerà su blockchain, ma sa bene anche che la tecnologia si evolve in maniera sempre più veloce e quindi non esclude che un numero sempre maggiore di programmi in futuro saranno basati sulla blockchain.

Come ha detto lui stesso “Ethereum is a secure base layer that doesn’t have too many features”, ovvero Ethereum è semplicemente un layer di base che non ha troppe funzioni.

AR VR
Business