Proximity Marketing, ovvero come noi di Eggon usiamo i Beacon

mm

Proximity Marketing, ovvero Eggon e i Beacon. Dall’app del Villaggio degli Gnomi alla caccia al tesoro che lanceremo alla Milano Games Week.

Il Proximity Marketing è una nuova frontiera della comunicazione, un metodo innovativo che permette di generare un’interazione digitale tra un’attività ed un utente in prossimità di un sensore Bluetooth chiamato Beacon. Un sistema efficace che migliora notevolmente la customer experience, la fidelizzazione del cliente e dà la possibilità di creare advertising mirata, precisa e non invasiva.

I Beacon sono dispositivi in grado di trasmettere informazioni agli smartphone e tablet, con un raggio d’azione che può andare dai 10 cm fino ai 70 m, possono inviare foto, video, mini giochi e contenuti multimediali in generale. Il loro utilizzo può essere impiegato all’interno di attività di ogni tipo centri commerciali, concessionarie, eventi, fiere, parchi a tema, centri storici, musei e tanto altro.

Per interagire con i Beacon l’utente non deve fare altro che scaricare un’app ed entrare nel raggio d’azione del dispositivo, in questo modo riceverà sul proprio smartphone il contenuto disponibile del sensore.

Dal Villaggio degli Gnomi a Swarm Byte

Noi di Eggon abbiamo utilizzato questa tecnologia nel progetto Villaggio degni Gnomi, app che abbiamo realizzato in esclusiva per l’omonimo parco a tema di Asiago, creando per i più piccoli una fiaba digitale in mezzo al bosco, ampliando così l’experience degli utenti che durante l’escursione in mezzo agli alberi possono ricevere notifiche e file audio relativi a storie e curiosità sulle creature della foresta.

Un sistema semplice ma efficace per rendere più innovativo e contemporaneo un parco a tema, che in questo modo non solo ottiene un vantaggio competitivo rispetto ai suoi concorrenti, ma offre anche al suo pubblico la possibilità di vivere un’esperienza nuova ed unica.

La storia di Eggon con i Beacon non si ferma, a breve infatti sarà possibile sperimentare un’altra forma di interazione digitale: alla Milano Games Week, fiera internazionale dei Videogiochi, gli utenti potranno scaricare l’app Swarm Byte e partecipare ad una caccia al tesoro all’interno del padiglione per vincere un premio messo in palio da Hexagon Hive, publisher di Indie Games.

Un altro esempio di come sia possibile entrare in contatto con la tecnologia creando vere e proprie interazioni digitali capaci di divertire ed intrattenere noi utenti e, allo stesso tempo, di trasformarsi in un utile strumento di marketing per le attività commerciali.

Business
Business